Informazioni per persone cieche e ipovedenti

Nel museo è presente un percorso tattile-plantare che guida il visitatore alla scoperta di vari punti di interesse (targhe tattili delle opere e modellini tridimensionali) e segnala tutte le informazioni utili all’orientamento all’interno del museo.

In biglietteria sono a disposizione gratuitamente 2 bastoni elettronici che, attraverso una App scaricabile sul proprio cellulare, dialogano con i tag presenti nel percorso tattile-plantare e permettono di ascoltare i messaggi di orientamento. Nel percorso sono posizionate delle targhe tattili con testo in braille che attraverso un QrCode in rilievo permettono di ascoltare un audio di introduzione al museo e la descrizione di 17 opere secondo il metodo Descrivedendo.

Dieci modelli tridimensionali per l’esplorazione tattile riproducono altrettante opere. Su ogni piano sono a disposizione delle mappe tattili per orientarsi nella visita, oltre a targhe tattili di servizio vicino ai bagni e agli ascensori. Gli ascensori sono provvisti di pulsantiera braille e avviso sonoro del piano per raggiungere il piano interrato e il piano 1.
Al piano terra è installata una postazione che consente un’esperienza virtuale multisensoriale di 10 opere del museo in grado di riprodurre sulla pelle degli utenti una combinazione di sensazioni tattili diverse. Per gli ipovedenti è a disposizione un audio che guida il visitatore durante tutto il percorso secondo il metodo Descrivedendo.
Il museo organizza, su richiesta, visite guidate per persone cieche e ipovedenti.

Vuoi preparare la tua visita? Qui trovi i contenuti audio di descrizione di 17 opere del museo e un audio di introduzione al museo.

Introduzione storica al museo

Misura Medievale, XIII sec.

Ara dei Modiciates, I sec. d.C.

Staio del comune di Monza, XV sec.

Fabio Viale, Infinito, 2004

Giovanni Stefano Danedi il Montalto, San Giovannino con l’agnello, ca 1650

Pittore lombardo (cerchia di Marco d’Oggiono) Battesimo di Cristo, 1525-1550

Giuseppe Molteni, La Monaca di Monza, 1847

Eugenio Speafico, Dal lavoro. Il ritorno dalla filanda, 1890-1895

Luigi Secchi, Ritratto di Mosè Bianchi, 1912

Pittore lombardo (Giosuè Sala detto il Saletta?) Ritratto del cardinale Angelo Maria Durini, ca 1778

Francesco Hayez (attr.), Ritratto di giovane donna, 1825-1835

Giuseppe Grandi, Busto femminile (Messaggero d’amore), 1866-1868

Guido Caprotti, Il mercato di San Giovanni a Monza, 1910

Marino Marini, San Giorgio e il drago, 1930-1931

Arturo Martini, Leda col cigno, 1925-1926

Angelo Inganni, Veduta della Contrada Nuova in Monza, 1850

Pier Paolo Quaglia, Stendardo processionale, 1630

Per le persone ipovedenti sono disponibili qui i contenuti audio di orientamento nel percorso di visita

Guida orientamento di tutto il museo

Guida orientamento dalla biglietteria

Guida orientamento del primo piano