Mostra
DA NAPOLEONE AL TERZO MILLENNIO: GLI ARTISTI E IL PARCO DI MONZA

In occasione del bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte, i Musei Civici di Monza ripercorrono le vicende storiche del Parco, a partire dalla fondazione napoleonica nel 1805, attraverso il patrimonio di opere d’arte che a vario titolo hanno preso spunto dal complesso monzese.

Le opere in mostra testimoniano la ricchezza delle collezioni dei Musei Civici: dalle stampe della serie del Parco di Monza del Sanquirico, ai dipinti dei pittori monzesi operanti a cavallo tra Ottocento e Novecento, dalle opere di maestri e allievi dell’ISIA e della Civica Scuola Paolo Borsa fino ad arrivare alle più recenti incisioni di Federica Galli.

L’esposizione sarà accompagnata da un ciclo di conferenze, visite guidate e laboratori didattici per bambini.

La mostra rientra nel programma di commemorazione del Bicentenario della morte di Napoleone, promosso dal  “COMITATO PER IL BICENTENARIO NAPOLEONICO 1821 – 2021”.

Logo Comitato Bicentenario napoleonico

Media partner 

Logo RAI Storia        Logo RAI Cultura

 

Orari

La mostra è aperta dal 19 novembre 2021 ed è prorogata al 20 febbraio 2022 nei giorni e orari di apertura del museo:

mercoledì, venerdì, sabato e domenica 10.00 – 13.00 e 15.00 – 18.00

giovedì 15.00 – 18.00

 

Info e Costi

Ingresso alla mostra incluso nel biglietto d’ingresso al museo.

L’iniziativa si svolge nel rispetto delle disposizioni vigenti ai fini della prevenzione e della gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Obbligo di Green Pass.

In occasione del bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte, i Musei Civici di Monza ripercorrono le vicende storiche del Parco, a partire dalla fondazione napoleonica nel 1805, attraverso il patrimonio di opere d’arte che a vario titolo hanno preso spunto dal complesso monzese.

Le opere in mostra testimoniano la ricchezza delle collezioni dei Musei Civici: dalle stampe della serie del Parco di Monza del Sanquirico, ai dipinti dei pittori monzesi operanti a cavallo tra Ottocento e Novecento, dalle opere di maestri e allievi dell’ISIA e della Civica Scuola Paolo Borsa fino ad arrivare alle più recenti incisioni di Federica Galli. (altro…)